Scoperto il più grande sistema esoplanetario della storia

Una scoperta molto importante giunge in questa afosa fine di agosto dall'Università di Ginevra. E' stato individuato un sistema planetario simile al nostro, con almeno 5 pianeti in orbita intorno a una stella, somigliante al nostro Sole. Gli scienziati hanno inoltre raccolto le prove della presenza di 2 altri pianeti, uno dei quali avrebbe la massa piu' piccola fin qui trovata.

 

Grazie allo spettografo HARPS, "abbiamo individuato quello che probabilmente è il sistema planetario più complesso finora osservato", indica il ricercatore Christophe Lovis, citato in un comunicato diramato martedì dall'università di Ginevra. Le misure hanno permesso di confermare la presenza di almeno cinque corpi celesti dalla massa approssimativa di Nettuno, ovvero da 13 a 25 volte quella della Terra. I pianeti ruotano attorno alla stella HD 10180 in un tempo che va dai 6 ai 600 giorni. Fra loro distano da 0,06 a 1,4 volte il tragitto Terra-Sole.

I ricercatori hanno buone ragioni per credere che il sistema sia però composto anche di altri due pianeti supplementari. Uno di questi assomiglia a Saturno e ha un'orbita di 2200 giorni. L'altro sarebbe l'esopianeta con meno massa (1,4 volte quella della Terra) mai scoperto. Un anno su quell'esopianeta equivale a 1,18 giorni sulla Terra.

Il sistema individuato dagli astronomi ginevrini è situato a 127 anni luce dalla Terra, nella costellazione australe dell'Idra, ed assomiglia sotto molti aspetti al sistema solare. Conta sette pianeti, mentre il nostro ne ha otto. Le distanze fra loro sono inoltre regolari, come nel nostro caso, si sottolinea nella nota.

Gli astronomi hanno finora individuato quindici sistemi composti di almeno tre pianeti.

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Danilo (martedì, 24 agosto 2010 20:35)

    E' solo l'inizio....

  • #2

    SGRdust (mercoledì, 25 agosto 2010 14:51)

    Appena saranno pronti i telescopi terrestri di nuova generazione avremo l'opportunità di studiare i sistemi esterni DIRETTAMENTE; anche se dovremo aspettare un po meno di 20 anni direi che ne vale la pena :D
    Sperando sempre che qualcosa inizi a "muoversi" prima di 20 anni :P

  • #3

    LORENZO M. (giovedì, 26 agosto 2010)

    tai tranquillo SGRdust che in vent'anni possono succedere tante di quelle cose che te nemmeno te lo immagini :)

  • #4

    LORENZO M. (giovedì, 26 agosto 2010 13:04)

    Stai* ;)

  • #5

    dominique (giovedì, 26 agosto 2010 20:46)

    non vedo l'ora che scoprano finalmente una volta per tutte che l'esistenza degli extraterrestri c'è davvero (alien i love you )

  • #6

    E non è finita (venerdì, 27 agosto 2010 18:10)

    La Nasa scopre due nuovi pianeti notizia di oggi:
    Kepler-9b e Kepler-9c, entrambi orbitano intorno alla stella Kepler 9. Sono giganti e gassosi. Hanno dimensioni simili a quelle di Saturno. E forse, ce n'è pure un terzo...

  • #7

    isaia67 (venerdì, 27 agosto 2010 20:52)

    nn c'è bisogno di aspettare 20 anni..tra nn molto i nostri progenitori saranno qui......siro A.B.C. pianeta Metharia,e tutti NOI sapremo quello che x 50 anni ci hanno nascosto....

  • #8

    Nibiru (sabato, 28 agosto 2010 19:04)

    e sa il X pianeta che ESISTE colliderà con la terra noi diventeremo come atlantide per i futuri alieni che ci visiteranno. L'ONU farebbe bene ad occuparsene

  • #9

    Giumbojet (domenica, 29 agosto 2010 17:52)

    Peccato che non esista Nibiru infatti nel 2012 saremmo ancora tutti qua.
    La nasa nella sua home page ha messo proprio un comunicato per rassicurare tutti non ci sarà nessuna catastrofe !!

  • #10

    riccardo (domenica, 29 agosto 2010 22:00)

    @giumbojet
    La nasa che rassicura ? ahahahahahaha

  • #11

    LORENZO M. (martedì, 31 agosto 2010 18:40)

    Scusate ragazzi ma quella di nibiru che colliderà col nostro pianeta è una emerita cazzata,non è che un pianeta sbuca così dal nulla,arriva e non se ne accorge nessuno,stiamo studiando stelle lontane chissà quanti parsec da noi e non ci accorgeremmo di un pianeta che incredibilmente riuscirebbe a schiantarsi sulla terra senza essere attratto dal sole o da giove e per un increeibile coincidenza supererebbe la forza gravitazionale degli altri pianeti arrivando fino a noi....che baggianata....posso credere tranquillamente nell'esistenza di nibiru ma sicuramente non si trova nel sistema solare o nelle vicinanze,e sicuramente non è in rotta di collisione con la terra e chi ci crede è propio messo male.

  • #12

    maxi (domenica, 26 settembre 2010 11:17)

    Oramai tutto è possibile...