Arrivano le stelle cadenti: istruzioni per non perdersi le Perseidi

Il 12 agosto 2010 sarà un giorno speciale per tutti gli appassionati astronomi o per i semplici curiosi. Un attimo dopo il tramonto, ad ovest, si noterà una piccola falce di Luna e ben quattro pianeti molto vicini: Marte, Mercurio, Venere e Saturno. Tutti visibili ad occhio nudo.

Poi, nella seconda parte della notte, da mezzanotte alle 5 del mattino circa, ci sarà il massimo delle Perseidi, le stelle cadenti meglio note come “Lacrime di San Lorenzo”. Marte, Saturno e Venere saranno vicini e ben visibili anche la sera successiva, il 13 agosto. Mancherà Mercurio, che è comunque sempre difficile distinguere perché troppo vicino all'orizzonte. La denominazione tradizionale di "Lacrime di San Lorenzo" deriva dal fatto che nel XIX secolo il massimo della loro frequenza avveniva il 10 agosto, giorno della ricorrenza del Santo: ai giorni nostri il massimo si è però spostato in avanti di circa due giorni. Il culmine di attività dello sciame quindi in genere ha luogo il giorno 12, quando la Terra nel suo percorso orbitale intercetta la parte più densa delle nubi di particelle lasciate dal passaggio di una cometa.

Quest'anno l'osservazione delle Perseidi si presenta particolarmente favorevole, primo perchè il massimo accadrà nelle ore notturne e secondo perchè la Luna, non ancora al primo quarto, non porterà alcun disturbo col suo chiarore. Vale comunque la pena tenere d’occhio il cielo dal 10 al 15 agosto, quando il numero delle Perseidi supera quello delle meteore sporadiche: la completa mancanza del disturbo lunare permetterà di compiere anche soddisfacenti sorveglianze visuali e fotografiche, dato che le Perseidi, specie al crescere della loro frequenza, sono particolarmente luminose e mostrano un’alta percentuale di persistenza delle scie.

Le manifestazioni previste

 

Ritorna anche quest’anno, e giunge alla sua IX edizione, Calici di Stelle il tradizionale appuntamento estivo ideato dal Movimento Turismo del Vino. In una delle notti più suggestive dell’anno, in compagnia di Bacco, in giro per le cantine italiane si avrà la possibilità di ammirare le stelle in compagnia di un vino di qualità.

L’edizione 2010 di calici di stelle presenta un calendario ricco di appuntamenti: dalle degustazioni alle visite guidate, dai menù a tema proposti dagli chef alle rievocazioni storiche, dalle passeggiate notturne ai trekking urbani. Musica, mostre, mercatini, cinema e teatro animeranno i centri storici, le piazze italiane e le cantine associate. Il vino verrà servito accompagnato dai prodotti tipici e dalle eccellenze gastronomiche di ogni regione.
Tra una degustazione e l’altra sarà possibile osservare il cielo e le stelle sotto la guida esperta dell’Unione Italiana Astrofili, e, per promuovere il consumo moderato e consapevole, in molte piazze e cantine sarà possibile ricevere gratuitamente un etilometro, griffato per l’occasione con l’inconfondibile logo di “Calici di Stelle”, per un test immediato prima di mettersi alla guida. (tutte le info su www.movimentoturismovino.it e www.cittadelvino.it )

Le Perseidi sono chiamate Lacrime di San Lorenzo poiché anticamente la notte di San Lorenzo, il 10 agosto, si raggiungeva il momento di picco nell’ intercettazione di stelle cadenti. Oltre a Calici di Stelle in tutta Italia sono moltissime le iniziative previste per la Notte di San Lorenzo con feste, sagre, concerti e soprattutto osservazioni astronomiche in compagnia di esperti o appassionati. Tra le tanti in tutta Italia segnaliamo quella presso l’Osservatorio Astronomico Torinese. Per l’occasione Infinito.To propone una conferenza dedicata al tema delle meteoriti e al termine l’inaugurazione di una mostra dal titolo “Pietra caduta dal cielo” con la presentazione di una cospicua e suggestiva selezione di meteoriti (www.planetarioditorino.it ). Da nord a sud: a Catania gli appassionati si daranno appuntamento sull’Etna muniti di binocoli e cannocchiali per osservare la pioggia di stelle da uno dei luoghi più affascinanti dell’isola. Mentre città l’Osservatorio Astrofisico rimarrà aperto al pubblico per osservare i fenomeni luminosi della Notte di San Lorenzo.

Le regole da seguire per vedere le Stelle Cadenti

Scegliete un posto abbastanza buio, dove è ben visibile il cielo stellato: la spiaggia(ideale in estate), un posto in montagna o un campo all’aperto.

Sdraiatevi per terra, in modo da avere la possibilità di vedere tutto il cielo sopra di voi a 360° così sarà molto più facile non perdersi nemmeno uno spicchio di cielo.

Restate almeno 15 minuti nel posto che avete scelto. Ciò è necessario, perchè l’occhio abituato alla luce impiega circa un quarto d’ora prima di riuscire a vedere bene nell’oscurità.

Una volta rivolto lo sguardo all’in sù fate molta attenzione alla zona nord-ovest dove si trova(nella notte di san lorenzo)la costellazione delle perseidi, punto dal quale la polvere stellare passa più vicina alla terra.

Non vi resta che aspettare! E se siete fortunati, non dimenticate di esprimere un bel pò di desideri ! Altrimenti sarà per l’anno prossimo.

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Zahra (mercoledì, 11 agosto 2010 20:48)

    Ma queste " lacrime di san lorenzo " si possono vedere anche dalla tunisia ???

  • #2

    Riccardo (mercoledì, 11 agosto 2010 22:46)

    Certo che si...

  • #3

    guido (venerdì, 27 agosto 2010 23:27)

    ho visto una meteorite intorno le ore 20.00 del 20 agosto 2010 a djerba in tunisia che ha fatto una grande fiammata nel cielo,,,,,altri hanno fatto quest'avvistamento meraviglioso