Winston Churchill nascose l'incontro tra un Ufo e la RAF inglese?

Winston Churchill ordinò un cover up rigidissimo su un incontro tra un aereo della RAF e un UFO durante la seconda guerra mondiale, perché si sarebbe potuto creare "panico di massa". La notizia è riportata da Skynews e rilanciata da tutti i principali media britannici.

L'affermazione che l'allora primo ministro, avesse di fatto richiesto particolari dell'incidente inspiegabile sulla East Coast in modo da tenere segreta la faccenda,  è stata fatta da uno scienziato che sostiene di essere il nipote di una delle guardie del corpo di Churchill. La storia è raccontata nella recente declassificazione del Ministero della Difesa e ritrovata tra gli  Xfile messi on-line dagli Archivi Nazionali.

Le accuse del cover-up sono emerse quando l'uomo, da Leicester, ha scritto al governo nel 1999, cercando di scoprire di più sulla vicenda, descrivendo come suo nonno, che prestava servizio presso la RAF nella guerra, fosse presente quando Churchill e il generale americano Eisenhower discussero di come affrontare l'incontro con l'UFO. L'uomo, che non è nominato nel file, ha sostenuto che Churchill disse: "Questo evento dovrebbe essere immediatamente classificato come segreto in quanto creerebbe panico di massa tra la popolazione e distruggerebbe la fede della gente nella chiesa."

 

L'incidente avrebbe coinvolto un aereo da ricognizione della RAF di ritorno da una missione in Francia o in Germania verso la fine della guerra.

Di episodi analoghi sono piene le cronache dell'epoca. I piloti statunitensi erano soliti parlare di oggetti che giravano intorno ai loro velivoli durante il volo, con luci intermittenti e cambi di direzione non in sintonia con i modelli militari dell'epoca. Anche gli inglesi e i tedeschi riferivano di avvistamenti del genere. oggi il fenomeno è conosciuto e classificato come Foo fighters.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    alieno (sabato, 14 agosto 2010 14:24)


    mamma mia mi scando!