Hawking: gli alieni esistono ma meglio evitarli

Gli alieni? Certo che esistono, è quasi sicuro.

Parola di Stephen Hawking, l'astrofisico britannico famoso per le sue tesi spesso anticonformiste.

Lo scienziato però avverte: l'umanità non deve in nessun caso entrare in contatto con loro - ciò potrebbe essere devastante. La star della fisica presenta in un nuovo documentario tv i suoi pensieri sull'universo e le forme di vita extraterrestri, e le sue parole come sempre non sono banali, e mostrano una vera apertura sull'esistenza di vita oltre il nostro mondo terrestre.

L'estinzione della nostra razza potrebbe avvenire sotto forma di annientamento alieno?

In un universo con cento miliardi di galassie, ciascuna contenente centinaia di milioni di stelle, è improbabile che la Terra sia l'unico luogo dove si sia evoluta la vita. È ciò che sostiene Stephen Hawking, 68 anni, matematico e fisico con un quoziente intellettivo di 160, fino all'anno scorso titolare a Cambridge della cattedra lucasiana di Matematica e Fisica, carica ricoperta anche da Isaac Newton. Hawking, che soffre di atrofia muscolare progressiva - costretto a vivere su una sedia a rotelle e a comunicare con un sintetizzatore vocale - è uno dei cosmologi più noti. Ebbene, da ricercatore qual è ha spiegato che «per il mio cervello matematico i numeri da soli fanno pensare che è perfettamente razionale l'esistenza di alieni», riporta il Sunday Times. Le teorie del ricercatore verranno presentate in una serie di documentari che dai prossimi giorni andranno in onda sull'emittente britannica Discovery Channel.

La vita extraterrestre, spiega lo studioso, è concepibile nei modi come la conosciamo - dal microbo al bipedi intelligente. Microrganismi e forme semplici di animali potrebbero essere quelle più probabili di vita; in fin dei conti avrebbero dominato anche la Terra per milioni di anni. Ciò nonostante, Hawking mette in guardia l'umanità dal possibile incontro con forme di vita intelligente: «Il contatto con la vita aliena potrebbe essere disastroso per la razza umana». Il motivo? Gli alieni potrebbero tentare di sfruttare la nostra Terra per le sue risorse, per poi proseguire. Lo scienziato paragona tale situazione con la quella della scoperta dell'America nel 1492: «Quando Colombo sbarcò in America, le cose non sono più andate così bene per gli indigeni». Hawking ha in mente degli alieni-nomadi che, dopo aver esaurito tutte le risorse del proprio pianeta, vanno a caccia attraverso le galassie di altri pianeti da sfruttare. Oltretutto, immagina l'esperto: «Questi esseri potrebbero sottomettere e colonizzare i pianeti a bordo di navi giganti». E sottolinea: «Basta guardare a noi stessi per vedere come potrebbe svilupparsi la vita intelligente in qualcosa che non vorremmo incontrare».

PRUDENZA - Già in precedenza l'astrofisico aveva messo in guardia dagli incontri ravvicinati con gli altri inquilini dello spazio. «Se mai vi dovesse capitare di incontrare un alieno, state attenti: potreste essere contagiati da un virus contro il quale non possedete alcun anticorpo», aveva sostenuto Hawking in occasione delle celebrazioni per il cinquantesimo della Nasa.

Scrivi commento

Commenti: 26
  • #1

    Lorenzo (domenica, 25 aprile 2010 17:27)

    «Quando Colombo sbarcò in America, le cose non sono più andate così bene per gli indigeni»
    Non sono convinto che l'intelligenza sia da ricercarsi nella sottomissione o l'annientamento di un' intera razza. L'uomo è solo una razza fra le tante e nemmeno così intelligente come crede di essere. Sicuramente è egoista, avido e corruttibile.

    «Basta guardare a noi stessi per vedere come potrebbe svilupparsi la vita intelligente in qualcosa che non vorremmo incontrare».
    Questa è forse la più umana delle sue uscite.

  • #2

    Saretta (domenica, 25 aprile 2010 18:42)

    Ammiro il suo coraggio, molti con la sua malattia si sarebbero arresi, lui dimostra un coraggio non comune. E' la più grande mente esistente oggi al mondo, entrerà tra i grandi della storia.
    Sugli alieni dimostra di essere saggio e lungimirante. Grande Hawking!!

  • #3

    Lorenzo (domenica, 25 aprile 2010 19:16)

    E' senza dubbio uno studioso coscenzioso e molto preparato: quale ricercatore, non potrebbe che esserlo. Mi permetto solo una controbattuta alla sua che riporto di seguito:
    «Se mai vi dovesse capitare di incontrare un alieno, state attenti: potreste essere contagiati da un virus contro il quale non possedete alcun anticorpo»
    Potremmo anche essere noi a contagiare lui,

  • #4

    Saretta (domenica, 25 aprile 2010 19:21)

    Giusta osservazione.
    E poi dovrebbe questo presunto alieno per prima cosa dovrebbe anche respirare... per noi l'ossigeno è vita ma in natura è un composto moto pericoloso, direi letale.. dipende dai punti di vista!

  • #5

    Kla (domenica, 25 aprile 2010 19:25)

    Gli alieni esistono e ci sono sempre stati sulla terra...oramai e cosi evidente che non c'e bisogno del parere di uno scienziato.Non trovo giusta l'idea che loro debbano essere x forza cattivi...se fossero cattivi,probabilmente non saremmo qui a parlare adesso!! Il mio desiderio piu grande e quello di alzarmi una mattina e scoprire che finalmente la verita aliena non e' piu un segreto...le persone hanno diritto di sapere la verita

  • #6

    Jafar (domenica, 25 aprile 2010 19:44)

    Hawking aveva già detto la stessa cosa nel 2008, è già da un pò che lo ripete, ma questo fatto che gli alieni siano per forza malvagi mi sembra un luogo comune.

  • #7

    sHi (domenica, 25 aprile 2010 21:53)

    Uhmmm...

  • #8

    mario (lunedì, 26 aprile 2010 00:53)

    sono sempre esistiti! http://www.youtube.com/watch?v=9lrO-SpNAo8 !e chi ti dice che non lo fanno gia,ho l hanno sempre fatto,oppure son bravi o cattivi!!!la paura e i preconcetti che abbiamo,non ci fanno pensare con la coscienza!!!!il bene e il male per loro non esiste,sono piu avanti!!!

  • #9

    fiorenzo (lunedì, 26 aprile 2010 07:31)

    che cosa si intende per buoni o cattivi..gli esseri umani sono buoni?

  • #10

    Jafar (lunedì, 26 aprile 2010 08:04)

    @Fiorenzo
    Appunto è una divisione semplicistica.
    Io direi che gli alieni saranno come gli esseri umani, alcuni buoni altri meno. Dipenderà dalle circostanze...se non li facciamo incacchiare troppo con i nostri comportamenti magari ce la caviamo :)

  • #11

    fabio (lunedì, 26 aprile 2010 10:42)

    certo che gli alieni esistono e sono qui sulla terra ma nn per forza devo essere ostili cattivi nei nostri confronti probabile invece che osservino il nostro modo di vivere, anche loro sicuramente hanno da imparare da noi

  • #12

    mario (lunedì, 26 aprile 2010 13:33)

    mi dispiace,ma solo per noi umani esiste il bianco e il nero,il bene e il male,la luce e le tenebre,siete radicati nei preconcetti che la societa speculativa ha creato nelle vostre teste!!NIENTE E GIUSTO E NIENTE E SBAGLIATO!!lo so e difficile capire,non esiste niente di tutti sti preconcetti!!!esiste l ENERGIA in ogni uno di noi,che si muone su una grande rete collegata con tutto l universo!!!!agli agli agli,ci vorranno secoli per capire cio,ma ce vi credete,con le tecnologie che hanno,(che copiamo da loro tralaltro,transistor,fibre ottiche e nanotecnologie etc etc ect)poteveno gia averci colonizzato!!!haaahahahahahahahahahahah,il bene e il male haahahahahahahahahahahahahahaha!!!

  • #13

    anna maria (lunedì, 26 aprile 2010 17:32)

    se avessero voluto fare del male lo avrebbero già fatto. il pensiero di H. non è altro che un pensiero negativo di chi vive nel materialismo e nella presunzione.

  • #14

    anna (lunedì, 26 aprile 2010 17:36)

    inoltre volevo aggiungere che gli ufo hanno sempre vissuto con noi. io personalmente sono 2 anni che sono in contatto telepatico con loro attraverso sogni e mi hanno fatto capire 1 che sono pacifici e determinati, 2 che vogliono farsi conoscere da noi pian piano senza scioccarci e che questo finalmente potrà farci uscire dalle tenebre in cui siamo avvolti da un mondo pessimista depresso e che rincorre i potere

  • #15

    mario (lunedì, 26 aprile 2010 18:31)

    brava anna,ma se noi non ci capiamo nemmeno tra noi,come vorremmo comprendere un qualcosa che non rientra nei nostri canoni logici e materialistici!!!aahhhh se sapessimo usare la nostra energia,da mo che avrebbero preso contatto con noi ufficialmente!!!!gli abitanti della terra corrono dietro a pezzetti di carta,che con questo sistema ci fanno automaticamente dipendere da qualcosa,e cosi non e piu la nostra coscienza a guidarci!!!!open your mind!!! p.s. chi esercita il signoraggio bancario ,comanda la terra!!!

  • #16

    Lorenzo (lunedì, 26 aprile 2010 19:08)

    @anna
    Cortesemente, se davvero tu fossi in contatto telepatico con loro non li confonderesti con il termine U.F.O. Gli U.F.O. sono semplicemente i mezzi di trasporto che loro utilizzano. Alcuni ritengono siano i nostri creatori, altri asseriscono siano il frutto della nostra mente che elabora immagini e situazioni che a noi sembrano reali, poichè il nostro cervello ricorda molto bene gli stati d'animo prodotti dalla chimica organica e può imporre la produzione delle stesse sostanze chimiche che vengono prodotte nello stato di veglia...Il ns. cervello non dorme mai

  • #17

    F.Stefhen (giovedì, 29 aprile 2010 11:24)

    La Prudenza non è mai troppa. Prima di trarre conclusioni affrettate,bisogna realmente essere consapevoli che non siamo soli nell'universo,e conoscere i nostri fratelli;non puoi controbbattere ciò che non conosciamo.Qualora esistessero forme di vita intelligenti,prima o poi ne verremo a contatto planetariamente, senza segreti, o complotti nazionali per nascondere tutto ciò.Allora acquisiremo più consapevolezza di chi siamo e che ruolo abbiamo nell' universo.

  • #18

    Klevi (giovedì, 29 aprile 2010 19:09)

    testimonianze sulla presenze dei extraterrestri ci sono pure nei dipinti cominciando dai anni 500-600 fino al 1600, sono raffigurati come dei dischi di fuoco proveniente dal cielo! Non possiamo essere gli unici sul universo, ci sono miliardi di altri pianeti, la terra non può essere l'unica ad aver sviluppato la vita. Poi anche sul marte c'è stata vita, ma il pianeta è stato autodistrutto dai autoctoni, un po come stiamo facendo noi con la terra, la stiamo ammazzando ogni giorno di più! e anche la astrofisica di trieste Margherita Hack, ha sostenuto che quando il sole finira le sue risorse, e quindi tenderà a scoppiare, non ci sarà bisogno di proteggersi, perchè l'umanità sarà già estinta da milioni di anni per colpa sua. Ed è sempre così che è stato, al inizio gli unici abitanti erano i pesci e le spugne del mare, poi i piccoli animali, poi i dinosauri, fino a 5 milioni di anni fa quando è comparsa la bestia più feroce(l'uomo) ed è così che il ciclo si ripeterà sempre, l'umanità è solo di passaggio su questo pianeta!

  • #19

    daniele (giovedì, 29 aprile 2010 22:54)

    forse bisogna ricordare un pochino di storia,partendo dagli Anunnaki ,loro ci sono da secoli,geneticamente conoscono tutto di noi,ci studiano, ci osservano,ci rapiscono,tanto santi non credo che lo siano,praticamente fanno quello che vogliono,arrivano e spariscono,forse non sapremo mai le verità che vorremo sapere,i potenti della terra isabbiamo e fanno sapere quello che vogliono

  • #20

    Ale (venerdì, 30 aprile 2010 22:38)

    Ciao ragazzi,ho letto i vostri commenti e devo complimentarmi con alcuni di voi,siete davvero a un ottimo punto di patenza e state ragionando bene direi,però ho anche notato che sembra abbiate alcune lacune . . . mi piacerebbe poter fare una conferenza audio con voi al fine di scambiarci quante più infomazioni possibili e magari chiarire alcuni concetti con una logica più ferrea e di livello più alto così da poter basare un argomento tanto delicato e di livello a dir poco tato stellare quanto carbonizzante con dei dati più concreti e non solo teorie!
    Certo,le teorie aiutano più di quanto si possa immaginare perchè stimolano il cervello a funzionare meglio sui ragionamenti e di cose da dire ce ne sono veramente un'infinità però,a volte non è sufficiente,serve anche una buona dose di conoscenza per poter affrontare simili argomenti!
    Se siete interessati vi lascio il mio account MSN che è: evildragonheart_originale@hotmail.com
    Spero che mi contatterete perchè è da molto che mi interesso di questo argomento e ragionando penso di aver capito diverse cose che vorrei poter condividere con altri del mio stesso interesse.
    Alla prossima! :)

  • #21

    Ale (venerdì, 30 aprile 2010 22:41)

    P.S.:Ah,quasi dimenticavo,il punto di partenza dalla quale si inizierà il discorso sarà la glicina!!Fidatevi,centra eccome!!So quello che dico!
    A presto!! ;-)

  • #22

    456 (martedì, 29 giugno 2010 09:10)

    che bravo

  • #23

    antonio (martedì, 17 agosto 2010 14:42)

    Forse lui ha ragione ma forse no. perche allora se e vero che gli alieni vogliono solo sfuttare le nostre risose avvalendosi della loro tecnologia molto avanti a noi ,perche farlo all'oscuro di tutti perche seconsdo altri studiosi del canpo gli alioeni non devono arrivare sono gia tra noi.e se davvero vogliono invadere la terra l'avrebbero gia fatto senza problemi

  • #24

    Salvatore (lunedì, 03 gennaio 2011 20:04)

    Sinceramente non credo propio a storie come Roswell, contatti telepatici, insegnamenti spirituali riservati a pochi eletti. Se davvero gli alieni ci sono sono lassù per i fatti loro e la possibilità di incontrarli mi pare piuttosto remota, anche perchè siamo lontani per qualsiasi tecnologia. Per quanto riguarda invasioni e malattie, anche noi umani possediamo una elevata carica di aggressività, e abbiamo molti morbi letali sul nostro mondo. In conclusione gli alieni sono l'ultimo problema.

  • #25

    filippo (lunedì, 10 gennaio 2011 17:29)

    sono in accordo con salvatore, prima di fare speculazioni sugli alieni, aspettiamo di conoscerli o di avere la certezza che esistano.

  • #26

    luigi (giovedì, 27 gennaio 2011 08:22)

    Spero soltanto che lo scenziato si sbagli, confidando nella evoluzione della intelligenza di chi potrebbe avere tali mezzi per giungere fino a qui e che tale abnorme intelligenza lo porti a rispettare chi già abita un pianeta.....