Al Gore: mai saputo dell'esistenza degli Ufo

In otto anni trascorsi alla Casa Bianca da vicepresidente Al Gore non ha mai avuto notizie ufficiali di rilevamenti di Ufo. Gore lo ha detto rispondendo a una curiosita' di Fabio Fazio nel corso della registrazione del programma 'Che tempo che fa'. ''Nel corso degli otto anni alla Casa Bianca - ha spiegato il premio Nobel per la Pace - ho avuto accesso alle informazioni tra le più riservate al mondo.

Se ci fosse stato un file segreto probabilmente me l'hanno nascosto, ma non e' cosi'. Io personalmente non ho mai avuto accesso a informazioni che potessero portarci a pensare che sia una cosa vera''.

Del resto il rapporto tra i presidenti Usa e gli ufo è travagliato e parte dal lontano.

Ci si ricorda ancora di una battuta di Bill Clinton su un'eventuale invasione aliena: “Se dovessimo essere attaccati da alieni provenienti dallo spazio non ci sarebbe “partita”.


Durante la campagna presidenziale l’ex Presidente Jimmy Carter disse quanto segue:

“Se divento Presidente, tutti i documenti riguardanti gli avvistamenti UFO di questo paese saranno a disposizione del pubblico e degli scienziati. Sono convinto che gli UFO esistono perché ne ho visto uno.”

Gerald Ford: Quando era membro del Congresso in merito agli UFO affermò: “Sono fermamente convinto che l’opinione pubblica americana, merita una spiegazione migliore di quella data dll’Air Force fino ad ora. Suggerisco vivamente di creare una commissione per investigare il fenomeno UFO. Penso che abbiamo bisogno di persone credibili sull’argomento degli UFO, dobbiamo dare quanta più attenzione possibile a questo tema

 

Harry Truman: Nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Washington DC il 4 Aprile 1950 dichiarò: “Vi posso assicurare che se i dischi volanti esistono, non sono costruiti da nessuna potenza terrestre.”

Ronald Reagan: Il 4 Dicembre 1984 in visita alla Falston High School disse in presenza degli studenti e degli insegnanti:

“Non ho potuto fare a meno di dire a Gorbaciov quanto sarebbe facile il nostro lavoro se improvvisamente ci fosse una minaccia alla Terra da parte di qualche altra specie di un altro pianeta nell’universo. Dimenticheremmo tutte le differenze, e ci renderemmo conto una volta per tutte che siamo tutti esseri umani qui sulla Terra. Beh, non credo che dovremmo attendere la venuta di una razza aliena sulla Terra che ci minacci. Ma, penso che potremmo ottenere questo risultato anche tra di noi. Grazie a tutti, Dio vi benedica.”

Poi nel Settembre 1987 durante il famoso discorso presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, lo stesso Reagan disse:

“Forse abbiamo bisogno di una qualche minaccia esterna universale per riconoscere questo legame comune. Ho pensato a quanto rapidamente le nostre differenze scomparirebbero se fossimo di fronte ad una minaccia aliena proveniente al di fuori di questo mondo. Anche se, mi pongo la domanda: una forza aliena non è già qui? Cosa potrebbe esserci di più alieno della guerra e la minaccia della guerra?"

 

C'è poi il capitolo Obama, e le speranze che qualcosa possa finalmente cambiare. Bisogna dire che le aspettative sono state fin'ora disattese, anche se la legge sulla trasparenza dei documenti pubblici degli Stati Uniti aveva dato il via libera a parecchie pubblicazioni segrete. Staremo a vedere.

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Franco (domenica, 25 aprile 2010 13:45)

    Normalissimo che neghi come i suoi predecessori.
    Perchè se non hanno nulla da nascondere non tolgono il segreto di stato ai files militari?

  • #2

    Lorenzo (domenica, 25 aprile 2010 17:05)

    Prima di tutto, un saluto a tutti gli appassionati.
    Ammettere l'esistenza di civiltà extraterrestri in grado di costruire navi spaziali in grado di percorrere grandi distanze in tempi ragionevoli ferirebbe profondamente l'orgoglio dei numerosi scienziati che negano fermamente questa possibilità, facendo leva sull' immensità dello spazio a noi noto e l'improbabile possibilità di percorrerlo in tempi ragionavoli con l'ausilio dei moderni razzi attuali; Vorrei ricordare che ad oggi il razzo è l'unico propulsore che la mente umana sia stata in grado di concepire e realizzare; Cio non significa che altre civiltà intelligenti non abbiano avuto maggior tempo di noi per sperimentare e realizzare dispositivi di propulsione basati sulle stesse leggi fisiche che conosciamo, ma con applicazioni di concezione futuristica per la nostra razza. Se è vero che l'universo è in espansione (sebbene gli ultimi studi ritengano che l'espansione si stia arrestando), è sicuramente vero che la posizione ricoperta oggi dalla Terra nell'universo è la stessa ricoperta da un altro pianeta che tempo addietro si trovava li. Ora è plausibile che questo pianeta debba necessariamente trovarsi molto distante da noi, con la conseguenza che anche il tempo trascorso debba essere notevolmente lungo, a tutto vantaggio della possibilità di evoluzione di chi ci ha preceduti nello spazio-tempo.

  • #3

    Lorenzo (domenica, 25 aprile 2010 17:15)

    ...Ritornado ad Al Gore: Una qualunque civiltà dotata di intelligenza superiore eleverebbe allo stesso grado di conoscenza tutte le inferiori, poichè la sottomissione e la coercizione non sono concetti immaginabili da parte di civiltà dotate di intelletto supremo. Il knowing sharing, ossia la condivisione di conoscenze non è mai stata insita nell'uomo, poichè per natura egli nasce egoista e cresce con la stessa mentalità: Per tale motivo, è più remunerativo trovarsi in posizione di vantaggio ed è per tale motivo che è meglio tacere.

  • #4

    Togiol (domenica, 25 aprile 2010 18:40)

    L'uomo è sempre stato convinto che la terra sia una sorta di isola felice.
    Invece la vita è molto più comune di quanto si creda, non siamo particolarmente fortunati o evoluti.
    Anzi, siamo una civiltà primitiva vulnerabile agli attacchi esterni e parecchio indifesa. Dispiace che una persona intelligente come Al Gore non sappia andare al di la del proprio naso. O mente sapendo di mentire o semplicemente bleffa.

    @Lorenzo.
    Condivido in toto le tue parole, però non la farei così tragica, in fondo è pur vero che oltre l'egosimo l'uomo ha saputo riscattarsi e condividere la conoscenza ad alti livelli. Ha creato la democrazia, il concetto di giustizia e tutto il resto. Purtroppo sono concetti che esistono solo in alcune zone del mondo, ma un giorno saranno universali.

  • #5

    Sabrina Monteri (domenica, 25 aprile 2010 18:59)

    Non ha detto che non crede agli ufo ma solo che non ha mai saputo della loro esistenza è diverso..perchè fare sempre polemica?
    L'articolo poi è scritto in modo molto pacato non vedo perchè prendersela con Al gore :)

  • #6

    Lorenzo (domenica, 25 aprile 2010 19:24)

    Nessuno ce l'ha con Al Gore, ci mancherebbe.
    Ognuno di noi è libero di credere o di non credere agli U.F.O. e di conseguenza agli extraterrestri, ma una frase così <<Io personalmente non ho mai avuto accesso a informazioni che potessero portarci a pensare che sia una cosa vera>> non lascia alcun dubbio: Ragionando per logica, la macanza di informazioni a riguardo nega la presenza.

  • #7

    Lorenzo (lunedì, 26 aprile 2010 19:35)

    @Togiol
    L'uomo non ha creato il concetto di giustizia, l'ha solo ereditato e molto spesso ha dimostrato di averlo male amministrato. Certo non si può fare di tutta l'erba un fascio, ma è molto difficile che la persona di potere sia in grado di amministrare la giustizia con le ferma convinzione che essa sia uguale per tutti, lui compreso. La democrazia fu una grande conquista, ma io non ricordo da almeno 20 anni a questa parte che vox populi sia stata interpellata in occasioni che riguardassero da vicino chi rappresenta il popolo (o la maggioranza che dir si voglia). Una maggiore partecipazione di noi cittadini nelle decisioni discusse in Parlamento ed approvate al Governo mi farebbe ricordare la democrazia per quel che rappresenta, non una parola priva di significato. Ad ogni modo, non voglio sfociare in un discorso politico poichè questo non è il sito adatto ed a me la politica mi ha un po schifato, ma vorrei che questo intervento fosse inteso come l'ennesima dimostrazione di quanto il genere umano sia più votato a soddisfare l'interesse personale a scapito di quello comune.

  • #8

    Lorenzo (lunedì, 26 aprile 2010 20:23)

    Chiedo scusa perchè ho scritto una inesattezza ed è doveroso correggere da parte mia: Al Governo è attributio il potere esecutivo.

  • #9

    zoran15 (mercoledì, 28 aprile 2010 17:33)

    è chiaramente un rettiliano.

  • #10

    Giordano (mercoledì, 16 giugno 2010 06:43)

    Non confondiamo, l'UFO inteso come avvistamento alieno (in realtà significa semplicemente oggetto volante non identificato) è una cosa. L'esistenza di forme di vita aliente è un'altra cosa. Al Gore sta negando la prima ipotesi, ragionevolmente gli UFO non sono forme di vita aliene. Ma è altrettanto ragionevole che esistano forme di vita aliene intelligenti, magari a milioni di anni luce da noi, l'universo è molto grande.

    Noi emettiamo segnali elettromagnetici da meno di 100 anni, sicchè siamo invisibili verso qualsiasi forma aliena a distanza di 100 anni luce da noi.

    Non mi risulta che abbiamo rilevato segnali alieni verso di noi, parliamo di onde elettromagnetiche, a parte nei film.

    Gio.