Seguici su Facebook:


Scegli un argomento:

Segnalazione Ufo

Invia video e foto


Marte



Articoli recenti | I più letti  

Ricerca per anno di tutti gli articoli: 2010 - 2011 - 2012 - 2013 - 2014

Mars Helicopter: droni volanti della NASA alla conquista di Marte
>> leggi di più

Un sistema solare antichissimo rilancia l'ipotesi che la via Lattea abbia già ospitato la vita
>> leggi di più

Avvistamenti degli utenti
Foto, video e domande arrivate in redazione


Astronomia

lun

26

gen

2015

Quello strano riflesso su Cerere che intriga gli scienziati

Il pianeta nano Cerere continua a tenere in apprensione gli scienziati e non finisce di stupire. In attesa che la sonda Dawn entri nell'orbita del pianeta a Marzo, le ultime immagini inviate sulla Terra dalla sonda mostrano un particolare che sta lasciando perplessi e sconcertati gli scienziati della NASA: un puntino bianco, la cui origine è al momento sconosciuta. La circostanza è stata confermata dagli esperti della NASA. "C'è qualcosa su Cerere che riflette più luce solare, ma che cosa sia rimane un mistero", ha spiegato a Space.com Marc Rayman, ingegnere capo per la missione di Dawn.

"Non sappiamo cosa sia il puntino bianco, ma è certamente intrigante. In effetti, ti fa venire voglia di mandare una navicella per controllare, e naturalmente questo è proprio ciò che stiamo facendo" ha continuato il ricercatore. Tutte le ipotesi sono aperte. Secondo il sito NBCNews l'ipotesi più accreditata è che si tratti di uno specchio di ghiaccio sul fondo di un cratere, sufficientemente chiaro per riflettere la luce solare. Gli scienziati hanno rilevato sbuffi di vapore acqueo provenienti da Cerere, che potrebbero alludere a serbatoi di acqua liquida nel sottosuolo.
Ma per ora nessuno sa con certezza cosa brilli in superficie.

leggi di più 7 Commenti

Cover Story


ven

23

gen

2015

Ufo censurati dalla Nasa nella missione Apollo VII: storia di una bufala

Numerosi organi di informazione italiani e stranieri hanno ripreso la notizia che la Nasa "avrebbe censurato degli oggetti volanti non identificati" negli scatti effettuati dagli astronauti durante la missione Apollo 7. Il primo a rilanciare la notizia è stato il sito dell'edizione britannica dell'Huffington Post, attingendo da Ufosightingsdaily, portale decisamente inaffidabile. La news è stata pubblicata in Italia dal sito di Radio Deejay, e a ruota dal Cufom (Centro ufologico Mediterraneo) che si è spinto oltre: accusando la Nasa di occultare le prove dell'esistenza di Ufo che orbitano intorno alla Terra, e di censurare tutto con il nastro adesivo. Le foto in questione sono molto vecchie, risalgono alla Missione lunare Apollo 7, avvenuta ad Ottobre del 1968. Da quando sono state digitalizzate e girano in rete, hanno alimentato le più svariate teorie di cover up. Ma gli oggetti che si vedono nelle fotografie non sono reali, sono artefatti, e/o anomalie della pellicola. E' la stessa Nasa a spiegarlo, con motivazioni che appaiono convincenti. La conferma indiretta avviene visionando il resto degli scatti. Una spiegazione dettagliata dell'origine di queste e altre anomalie simili era stata confermata dall'analista del CISU Paolo Bertotti, che su casi analoghi si era espresso chiaramente. A seguire i dettagli di questa bufala di ritorno.

leggi di più 12 Commenti

Sei appassionato di Ufo, Alieni ed Extraterrestri?

Qui avrai le informazioni che cerchi. Gratis! 

Entra in una delle più grandi community italiane di Ufologia


Ultimi aggiornamenti inseriti:

Perché si ha tanta paura delle diversità?
>> leggi di più

chi vorresti nuovo presidente della repubblica ?
>> leggi di più

Una nuova importante scoperta astronomica
>> leggi di più

La domenica del corriere con le più belle copertine ufo
>> leggi di più

Hawking: «Dio non è necessario a spiegare la creazione dell'Universo»
>> leggi di più

Cartelle Principali

AVVISTAMENTI
AVVISTAMENTI
UFO E ALIENI
UFO E ALIENI
ENIGMI SPAZIALI
ENIGMI SPAZIALI

Esopianeti

gio

22

gen

2015

Next Generation Transit Survey: In Cile 12 nuovi telescopi per la caccia ai pianeti extrasolari

La caccia ai pianeti extrasolari trova un nuovo alleato. L'NGTS (Next-Generation Transit Survey) ha conseguito la prima luce all'Osservatorio dell'ESO al Paranal, nel Cile settentrionale. Questo progetto formato da 12 telescopi, cercherà transiti di pianeti extrasolari, cioè pianeti che passano di fronte alla propria stella madre e di conseguenza producono una lieve attenuazione della luce della stella che può essere osservata da strumenti molto sensibili. I telescopi si concentreranno nella ricerca di pianeti delle dimensioni di Nettuno e più piccoli, con diametro tra due e otto volte quello della Terra.

L'NGTS  infatti è un sistema osservativo a grande campo, composto da una schiera di dodici telescopi, ciascuno con un'apertura di 20 centimetri

A darne notizia è proprio l'Eso (European Southern Observatory) che in Cile gestisce i tre siti osservativi di Paranal, La Silla e Chajnantor. A seguire tutti i dettagli.

leggi di più 0 Commenti

Cover Story


dom

18

gen

2015

Nel sistema solare esistono due pianeti sconosciuti?

Nuovi pianeti nei confini estremi del sistema solare? La conferma che potrebbero esserci due oggetti nascosti oltre Nettuno,  fa discutere gli astronomi da anni, ma ora sembra essere confermata da una nuova simulazione al computer, realizzata in collaborazione fra l'università Complutense di Madrid e quella britannica di Cambridge. Il risultato è pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society Letters.

Se confermata, l'ipotesi potrebbe rivoluzionare i modelli finora usati del nostro Sistema solare e aprire nuovi scenari fin'ora inesplorati. Secondo i calcoli dei ricercatori, ci sarebbero non uno, ma ben due pianeti in più che potrebbero spiegare il comportamento delle orbite degli oggetti celesti oltre Nettuno.
Appena un anno fa due astronomi americani avevano scoperto un nuovo pianeta nano vicino a noi, che era stato battezzato "2012 VP113".

A seguire i dettagli.

leggi di più 4 Commenti

mar

20

gen

2015

Osservato in diretta un Fast Radio Burst (FRB), il misterioso segnale dalla provenienza ignota

Sono uno degli eventi più enigmatici dell'universo, si chiamano Fast Radio Burst. Durano quale millesimo di secondo, non si sa da dove provengano e come si originino e da un qualche tempo stanno dando filo da torcere agli astronomi. Nessuno infatti può prevedere quando apparirà il prossimo lampo radio o in quale costellazione. Gli scienziati pensano si tratti di fenomeni naturali, ma non erano mai riusciti a intercettarne uno in diretta. Ora la prima volta un gruppo internazionale  di scienziati coordinato dal Consiglio Nazionale delle ricerche australiano (Csiro), con la collaborazione dell'italiano Andrea Possenti, direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) l'ha individuato nel momento stesso della sua emissione. Pubblicata sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, la scoperta è stata possibile grazie al radiotelescopio australiano Parkes, dello Csiro. Dalla loro scoperta avvenuta nel 2007, spiega l'Inaf, nessuno aveva mai osservato un lampo radio veloce 'in diretta', ovvero nel momento in cui si manifesta. Questi eventi infatti non sono solo brevissimi ma possono presentarsi senza preavviso in qualunque punto della volta celeste. 

A seguire il resto della storia.

leggi di più 1 Commenti

ven

16

gen

2015

UFO: online i 12.618 rapporti dell’Air Force catalogati nel progetto “Blue Book”

Un lavoro enorme, un archivio sconfinato ordinato per anno e chiave di ricerca su tutti i maggiori casi ufo. Stiamo parlando del nuovo sito che mette a disposizione online i rapporti su 12618 avvistamenti analizzati e catalogati dal progetto “Blue Book” dell’Air Force Americana. Il più grande dossier del mondo sugli oggetti volanti non identificati, con le sue oltre 130mila pagine, ormai declassificate, diventa dunque liberamente consultabile.  Il creatore del sito, John Greenwald avvalendosi del Freedom of Information Act, ha chiesto e ottenuto dal Governo statunitense di avere tutti i documenti e con pazienza li ha messi nel sito. Secondo l’Air Force, la stragrande maggioranza degli avvistamenti non aveva nulla a che fare con civiltà aliene e tecnologie sconosciute, ma ci sono 701 avvistamenti, il 5,5% del totale, che non hanno trovato una spiegazione convincente.  A seguire tutti i dettagli.

leggi di più 7 Commenti

Dossier | I più popolari

Vai a: Speciali |  CoverUp | Analisi | Misteri | Sondaggi


lun

12

gen

2015

Le nuove foto della superficie Lunare vengono dalla Cina, 40 anni dopo le missioni Apollo

Non capita più tanto spesso di vedere immagini "fresche" della superficie lunare. Sono passati oltre 40 anni da quando le sonde sovietiche Luna scattarono le ultime immagini panoramiche dalla superficie; ed era il 1976 quando il lander Luna 24 atterrò nel Mare Crisium, raccolse una serie di rocce e le riportò sulla Terra. 

Da allora nessuna sonda era più scesa sulla superficie lunare; almeno fino al dicembre 2013, quando i cinesi sono riusciti a far allunare il lander Chang'e 3 e a farne uscire il rover Yutu. Ora l'Accademia cinese delle Scienze ha pubblicato una nuova galleria di immagini scattate dai due veicoli. Ve ne mostriamo alcune: paesaggi alieni polverosi e desolati ritratti sullo sfondo dell'oscurità spaziale. Chang'e 3 e Yutu hanno anche inviato a Terra una serie di dati, che i responsabili della missione hanno presentato in due recenti congressi scientifici. Ecco le ultime fotografie del rover "Made in Cina"

leggi di più 13 Commenti

dom

11

gen

2015

La vita aliena può essere individuata con un sensore di movimento ?

Un sensore di movimento potrebbe essere utile ad individuare segni di vita extraterrestre. La ricerca è stata portata avanti da un team di ricercatori che lavora in sinergia nel Politecnico federale di Losanna, sotto la guida del fisico italiano Giovanni Longo. Gli scienziati sono partiti dal presupposto che il movimento è la vera 'impronta digitale' della vita, mentre la sua firma chimica su mondi alieni potrebbe avere caratteristiche sconosciute sulla Terra, quindi quasi impossibili da identificare.
Gli studiosi hanno cercato di mettere a punto una tecnica per individuare vita dove ora potrebbe sfuggire la sua presenza, a causa del retaggio scientifico di cercare in modi precostituiti.

Descritto sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze (Pnas), il dispositivo ha già dimostrato la sua efficacia nel rilevare il movimento (e quindi la vitalità) di batteri, lieviti, cellule tumorali, umane e di topo. Montato a bordo di un rover spaziale, potrebbe essere usato per scovare forme di vita extraterrestre, ad esempio nel suolo marziano oppure nei laghi di metano su Titano. Ecco come funziona.

leggi di più 7 Commenti

mer

07

gen

2015

California: un meteorite espelle una sfera, in rete si parla di UFO: analisi, dubbi e interpretazioni

Una misteriosa sfera incandescente è stata vista staccarsi da un oggetto simile a un meteorite mentre solcava il cielo della California. Il video è stato ripreso da Ken Roberts, mentre stava tornando a casa da lavoro. 

L'insolito oggetto attraversa il cielo lasciando dietro di se una lunga coda, caratteristica dei detriti spazio o di un meteorite che sta bruciando nell'atmosfera.

Ma dopo pochi secondi accade una cosa incredibile: un secondo oggetto rotondo si separa dalla palla di fuoco principale e si muove nella direzione opposta a forte velocità. La notizia ha fatto il giro del mondo rapidamente.

Le prime spiegazioni, -il semplice meteorite o un aereo da cui fuoriesce un seggiolino eiettabile- non sono convincenti. Secondo l'American Meteorological Society (AMS) in California non sono stati segnalati bolidi negli ultimi giorni. Qualcuno su Reddit mette in dubbio che il video sia autentico. Ma per ora quella che rimane è l'incredulità diffusa. A seguire il video, altri dettagli e tutta la storia.

leggi di più 26 Commenti

+ Discutine con noi nel forum: Nuovo video dalla California

gio

29

gen

2015

Un sistema solare antichissimo rilancia l'ipotesi che la via Lattea abbia già ospitato la vita

La vita nell'universo potrebbe essere non soltanto molto diffusa, ma antichissima. È lo scenario aperto dalla scoperta di 5 pianeti dalle dimensioni confrontabili a quelle della Terra. Questo sistema solare, antico oltre il doppio del nostro, si è formato infatti 11,2 miliardi anni fa. Annunciato sull'Astrophysical Journal, il risultato si deve al gruppo di ricerca guidato da Tiago Campante, dell'università britannica di Birmingham. La scoperta ha fatto rapidamente il giro del mondo, dal Guardian, all'Independent per arrivare alla BBC. La scoperta potrebbe mettere in discussione i criteri sullo sviluppo e la diffusione della vita nella nostra galassia, presente e passata, facendo dire agli scienziati che "forse abbiamo sottovalutato la capacità della Via Lattea di ospitare sistema planetari simili al nostro."

Il sistema solare "d'epoca" ruota intono alla stella chiamata Kepler 444 è il più antico che si conosca con pianeti grandi quando la Terra. 

leggi di più 0 Commenti

Cover Up


Analisi


dom

28

dic

2014

Le opere d'arte di Lloyd Canning, artista inglese che sostiene di essere stato rapito dagli alieni

Un artista britannico ha affermato di essere stato rapito dagli alieni dieci anni fa, e da allora gli extraterrestri proietterebbero nel suo cervello delle idee che lui converte in opere d'arte, traendo ispirazione per dipingere i suoi quadri. Lui è Lloyd Canning, 33 anni, giovane uomo che afferma di essere stato vittima di un'abduction nel 2005 dopo aver visto un'astronave enorme in bilico sopra la sua auto. La storia è stata raccontata dal giornale inglese Mirror. Pochi giorni dopo la strana visione il ragazzo ha raccontato di "sentirsi costretto a dipingere alcune immagini che pensa siano il modo di comunicare con il genere umano degli alieni, tramite lui." Padre di due figli, ha lasciato il suo precedente lavoro e ora dipinge queste immagini "spettrali" a tempo pieno. Lloyd, ha usato il suo cosiddetto "incontro" per creare opere che mostrano ritratti di pianeti e alieni e, dopo anni in cui ha cercato di mantenere il suo segreto per la paura di essere deriso, ora ha deciso di esporsi in prima persona. Lloyd che ora espone regolarmente e partecipa ai convegni sul tema della vita nel cosmo, sta preparando la sua prima mostra internazionale.

leggi di più 11 Commenti

sab

27

dic

2014

Gli ufo di Natale nello stretto di Messina fotografati da Antonino Cuzzilla

E' arrivato Natale e anche in questi giorni di festa le segnalazioni ufo non sono mancate. La zona è quella dello Stretto di Messina in Sicilia, e la testimonianza è stata diffusa da StrettoWeb.com. L'avvistamento sarebbe multiplo e ci sarebbero numerosi testimoni. Uno di questi fortunati cittadini che avrebbe visto un ufo è Antonino Cuzzilla, lettore proprio di StrettoWeb, che secondo quanto racconta l'articolo prima li avrebbe fotografati casualmente nel pomeriggio della vigilia di Natale e poi nella mattinata del 25 Dicembre. “E’ incredibile, di cosa si tratta?  Non riesco a capire quella striscia di fumo cosa possa essere sembra qualcosa che sia esploso nell’acqua e che stia ammarando. Siamo sorvegliati?” scrive Antonino nella sua testimonianza al portale.  In realtà Antonino dice di averli fotografati casualmente.

A seguire le foto e altri dettagli.

leggi di più 25 Commenti

ven

12

dic

2014

La storia dell'ufo che vola sopra la Statua della Libertà, nei cieli di New York

Un video, postato su YouTube dal signor Scott Kensington, che mostra un oggetto nero non identificato in bilico mentre sorvola la Statua della Libertà a di New York, sta facendo molto discutere. La storia è raccontata tra gli altri dal Daily Mail. L'oggetto si fa strada lentamente nel cielo, prima di rimanere stazionario in aria e sfilare dietro il monumento simbolo degli Stati Uniti d'America.


Kensington ha pubblicato il suo video non riuscendo a dare un nome all'oggetto e identificandolo di conseguenza come Ufo. Ha pensato di chiedere aiuto agli utenti del popolare sito di condivisione video, per capire se avevano una spiegazione convincente per il suo avvistamento o se altri avevano filmato la stessa cosa. In molti hanno cercato di fornire delle spiegazioni, i pareri sono stati i più diversi: chi ha visto una mongolfiera, chi sostiene che il filmato sia ritoccato e chi ci vede un'astronave aliena che sorvola i cieli americani. Una spiegazione però convince più della altre, e non è la prima volta che capita. A seguire il video e altri dettagli.

leggi di più 30 Commenti

In Evidenza | Gli Ultimi articoli

Mars Helicopter: droni volanti della NASA alla conquista di Marte
>> leggi di più


Paranormale

ven

26

dic

2014

Esperienze di premorte, un neurogolo italiano ha indagato sulle Nde, tra fisica e metafisica

Le esperienze di premorte, meglio note in termini scientifici come Near Death Experience, stanno conoscendo un interesse crescente. Trascurate nel secolo scorso e archiviate come fenomeni pseudo paranormali o afferenti a patologie psichiatriche, le Nde secondo recenti studi presentano una precisa epidemiologia, sono state misurate e non sono eventi così labili e sporadici come si potrebbe immaginare. L'incidenza è intorno al 10% e in alcune particolari casistiche, arrivano fino al 18 per cento, ad esempio in pazienti in arresto cardiaco. A occuparsi del tema fin'ora eminenti studiosi stranieri. Per la prima volta un medico italiano, il professor Enrico Facco, docente di Anestesiologia e Rianimazione presso l'Università di Padova e specialista in Neurologia e terapia del dolore si è cimentato in lavoro che riguarda la Nde, dal titolo "Esperienze di premorte - Scienza e coscienza al confine tra fisica e metafisica", edizioni Altravista, in cui analizza una ventina di casi di pazienti che hanno vissuto esperienze di uscita dal corpo e di vita oltre la vita.

Ecco la sua opinione in merito.

leggi di più 15 Commenti

Cover Story


mar

23

dic

2014

Nuove analisi sul celebre meteorite marziano ALH84001, svelano il clima del pianeta rosso

Nuove analisi chimiche sul più antico e 'chiacchierato' meteorite marziano ricostruiscono il clima che caratterizzava il Pianeta Rosso quasi 4 miliardi di anni fa, svelando come l'acqua sulla superficie di Marte formasse mari meno estesi di quanto ipotizzato finora.


Questa inedita istantanea dal passato è stata 'scattata' dai ricercatori della Nasa in collaborazione con l'università della California a San Diego e lo Smithsonian Institution. I risultati dello studio sono pubblicati sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze (Pnas).


Il curioso 'sasso' marziano, grande quanto un pugno e a forma di patata, è stato ritrovato in Antartide nel 1984 da un gruppo di 'cacciatori' di meteoriti statunitensi. Battezzato come ALH84001, il meteorite è un pezzo di magma marziano solidificato vecchio di 4 miliardi di anni che sarebbe precipitato sulla Terra 13.000 anni fa. Al suo interno contiene delle microstrutture in carbonato che inizialmente erano state erroneamente interpretate come prove dell'esistenza di forme di vita microbiche su Marte.

leggi di più 4 Commenti

dom

21

dic

2014

Chiusura del Progetto BlueBook sugli UFO, sono passati 45 anni

Nel pomeriggio del 24 giugno 1947, l'aviatore amatoriale Kenneth Arnold stava volando vicino a Mt. Rainier, a Washington, quando notò nove oggetti insoliti all'orizzonte. Arnold sostenne che gli oggetti volassero da un lato all'altro all'unisono, come "la coda di un aquilone cinese". Stimò che si muovessero a circa 1.700 miglia all'ora, di gran lunga più velocemente di qualsiasi aeromobile conosciuto. Inizialmente pensò che gli oggetti che "sfidavano le leggi delle fisica" potessero essere velivoli militari segreti, poi ammise che l'incidente rimaneva "tanto un mistero per me come lo è per tutti gli altri." La storia straordinaria di Arnold trovò presto il suo spazio nei giornali di tutto il paese. I giornalisti descrissero gli oggetti come "dischiIn pochi giorni, si assistette alla nascita del temine "disco volante". History Channel in un articolo  ricorda come tutto ha avuto inizio. Accoppiato con il famoso incidente di Luglio 1947 a Roswell, New Mexico, quando l'Air Force ha sostenuto che un pallone meteorologico militare era stato scambiato per un'astronave aliena, l'incontro di Arnold spicca tra gli avvistamenti sui dischi volanti capitati in tutti gli Stati Uniti. I militari hanno spazzato via la maggior parte di questi "incontri ravvicinati", come errori di identificazione o spiegazioni razionali, ma alcuni rapporti venuti da controllori del traffico aereo e dai piloti commerciali -quindi persone addestrate a scrutare il cielo con un occhio attento- rimasero insoluti. L'inizio della guerra fredda, portò molti a ipotizzare che i misteriosi avvistamenti potessero essere velivoli del nemico ostile. Si arrivò allora l'idea di un progetto di ricerca degli oggetti volanti non identificati: il Blue Book.

leggi di più 6 Commenti


Per la nuova stagione 2014 potete comunicarci gli avvistamenti servendovi della piattaforma Disqus. Potete entrare con il vostro profilo Facebook, Twitter e altri social abilitati o semplicemente registrarvi al servizio. Nel messaggio potete anche allegare immagini e file. 

Tutto in modo immediato e sicuro.


mer

17

dic

2014

Nasa nella bufera: ha speso 350 milioni di dollari per A-3, opera chiusa subito dopo l'apertura

Bufera sull'Agenzia Spaziale Statunitense dopo un'inchiesta del Washington Post. L'autorevole giornale americano ha ricostruito uno scandalo che ha coinvolto la Nasa, in merito alla costruzione di una gigantesca torre di collaudo nel Mississippi, completata nei mesi scorsi e subito chiusa, perché il progetto che i tecnici avrebbero dovuto testarvi, era stato cancellato nel 2010. Tutto al costo di 349 milioni di dollari, più altri 700mila dollari che i contribuenti americani dovranno pagare ogni anno per il mantenimento della struttura, ormai inutile. Come ricorda il Washington Post, la costruzione della torre-laboratorio, alta 30 piani e denominata 'A-3', è stata terminata a Giugno. Immediatamente dopo il completamento, la torre è stata chiusa, come del resto era già ampiamente preventivato. La struttura, nel progetto originario, doveva servire a testare i motori di un nuovo razzo, lo 'J-2X', che avrebbe dovuto riportare gli americani sulla Luna e poi, in prospettiva, su Marte. La torre è infatti dotata di una speciale camera sigillata in grado di ricreare le condizioni di vuoto dello spazio. Lo scandalo coinvolge anche il Congresso americano che avrebbe costretto la stessa Nasa a continuare a costruire un'opera completamente inutile. 

leggi di più 9 Commenti

mer

03

dic

2014

Nuovi indizi di vita su Marte ? Ecco la storia del meteorite Tissint

Un nuovo studio rilancia il dibattito sulle forme di vita che potrebbero essere esistite su Marte. La ricerca, a cui ha partecipato il Politecnico federale di Losanna, ha analizzato le tracce di carbonio in un meteorite del pianeta rosso precipitato nel 2011 in Marocco.

I risultati dello studio puntano a un’origine biologica del carbonio, che proverrebbe dall’infiltrazione di un liquido ricco di materia organica nelle fessure della roccia quando era ancora su Marte.

 

Queste conclusioni contrastano con quelle di studi precedenti, secondo i quali il carbonio si era formato a partire da una cristallizzazione del magma. "Siamo pronti ad essere contraddetti da altre ricerche, ma le nostre conclusioni rilanciano attivamente il dibattito" afferma Philippe Gillet, direttore del laboratorio di scienze della terra del politecnico. Questa è la storia del meteorite Tissint.

leggi di più 0 Commenti





Analisi

Trattati e/o risolti



StoryBoard
 | Articoli recenti 

Archivio: Notizie | Approfondimenti | Immagini

Mars Helicopter: droni volanti della NASA alla conquista di Marte
>> leggi di più

Un sistema solare antichissimo rilancia l'ipotesi che la via Lattea abbia già ospitato la vita
>> leggi di più

Quello strano riflesso su Cerere che intriga gli scienziati
>> leggi di più

"The Visit": il documentario che esplora in maniera autentica lo scenario del contatto extraterrestre
>> leggi di più

Ufo censurati dalla Nasa nella missione Apollo VII: storia di una bufala
>> leggi di più

Next Generation Transit Survey: In Cile 12 nuovi telescopi per la caccia ai pianeti extrasolari
>> leggi di più

Il vero mostro acquatico scozzese? Non è il mostro di Loch Ness ma il Dearcmhara shawcrossi
>> leggi di più

Il mistero della scomparsa degli abitanti dell'Isola di Pasqua, finalmente svelato ?
>> leggi di più

Osservato in diretta un Fast Radio Burst (FRB), il misterioso segnale dalla provenienza ignota
>> leggi di più


Astronomia

Gli ultimi articoli

Vedi anche:

Astrobiologia  Marte  Luna


Multimedia
 

Audio

Photo

& Video



Ufoonline.it Forum Community 
Sei appassionato di Ufo, Alieni e Vita extraterrestre?

Avete trovato il posto giusto. Tutto gratuitamente.
Entrerai in una delle più grandi community italiane di Ufologia.

Perchè iscriversi gratuitamente?
Avrai la possibilità di aprire discussioni e messaggi.

Avrai accesso a una ricchissima galleria di video ed immagini.
Potrai visualizzare gli allegati del forum.
Entrarai nelle sezioni esclusive UfoonlineTV: Film, Documentari e altro materiale da scaricare gratis.
Potrai creare un profilo, un avatar e partecipare a giochi, sondaggi ed iniziative.

Discussioni | Ultimi argomenti con risposta

Perché si ha tanta paura delle diversità?
>> leggi di più

chi vorresti nuovo presidente della repubblica ?
>> leggi di più

Una nuova importante scoperta astronomica
>> leggi di più

La domenica del corriere con le più belle copertine ufo
>> leggi di più


Agenda | Stampa, Eventi Mostre e Conferenze.

Se vuoi segnalare un evento clicca qui

Opinioni

  Editoriali

  Interviste

  Sondaggi

  Recensioni

About Ufoonline

  Chi Siamo

  Faq 

  Aiuto

  Moderazione

  Contatti

Community

  Forum

  Rss

  Fanpage

  Twitter

Utenti

  Login

  Registrazione

  Staff

  Topic